CANOSA SUCCESSO DEL TRADIZIONALE APPUNTAMENTO MUSICALE NELLA CATTEDRALE DI SAN SABINO LA SODDISFAZIONE DEL VESCOVO LUIGI MANSI...UN CONCERTO DI NATALE DI NOTE, FEDE E SPERANZA

"Le emozioni non sicommentano; si vivono e si portano dentro percbè trasformano la Vita più delle parole" : questo il commento, a caldo, del Vescovo. moos. Luigi Mans, al termine del "Concerto dì Natale", tenutosi nella Cattedrale dì San Sabino a Canosa. Non si può non essere d'accoordo con il presule della Diocesi dì Andria perchè la delizia che l'evento canoro-musicale ha lasciato dentro ognuno degli oltre settecento presenti nella gremita Cattedrale attiene alla sfera interiore personale....

 

Non è trasferibile. E' ricchezza Individuale. Cosi come è magica l'atmosfera che si respira ogni anno all'inteno dello splendido scenario della location. Per la quantità e la varietà dei brani proposti e la qualità sonora e vocale delle esecuzioni. il concerto si è rivelato, ancora una volta, un appuntamento da non perdere, che rientra oramai nella tradlzione.

Anche quest'anno l'atteso "Concerto dì Natale". organizzato e realizzato nell'antica Basilica Cattedrale paleocristiana dì Canosa, non ha deluso le aspettative. Al  contrario,  per  la  partecipazione e per la bellezza del repertorio di canti e musiche eseguili, si può dìre che è stato tra i più belli dei ventidue che lo hanno preceduto. Dunque,la ventitreesima edizione, l'ultima  in ordine cronologico dì una ormai collaudata collaborazione tra dìverse realtà e persone, ha dato l suoi straordinari  frutti:  una serata  da non dimenticare. La meravigliosa  esecuzìone dei brani  in programma  ha suscitato una evidente partecipazione emotiva, sottolineata dai fragorosi applausi partiti alla fine dì ogni brano.C'è bisogno di ricordare che l coristi delle due polifoniche: quella di Canosa. "Pollfonica della Cattedrale S. Sabino"e quella di Altamura "Polifonica S. Lu­cia", sono composte da non professionisti, che devono i risultati raggiunti alla tenace e scrupolosa preparazione del maestro Salvatore Sita. Il livello di preparazione attualmente raggiunto, è frutto di tante ore di prove, di tanto impegno, di sacrificio e di passione per la musica, uniti alla scelta di offrire un servizio alla cattedrale e alla stessa città. SI può dìre che il "Concerto di Natale" è un dono alla città che, unito a quello del "Presepe vivente" e ad altre lodevoli iniziative proposte dalle associazioni locali, rendono vivace il periodo delle feste natalizie. Conforta, poi, la cre­scente partecipazione all'evento: oltre cinquecento I posti a sedere (tuttl occupati) e altre centinaia di persone hanno seguito, fino alla fine, in piedi.

Molti sono rimasti incollati allo schermo gigante collocato nella navata destra della chiesa. Anche  in questa edizione,  vi è stata  la collaborazione della corale polifonica  "Santa Lucia" di Altamura e dell'orchestra sinfonica "Nuovi spazi sonori". I solisti: Lucia Diaferio Azzellino, soprano: Vincenza Adorante. soprano; Stefania Lenoci. mezzosoprano; Sebastiano Giotta: tenore. A dirigere, ancora una volta, l'impeccabile bacchetta del maestro Salvatore Sica. Sono stati eseguiti: "'The shepherds", melodia tradizionale, orchestrazlone ed elaborazione di Marco Frislna; "Pacem in terris" di Marco Frisina; "ln notte placida"di François Couperin, orchestrazione ed elaborazione di Marco Frlsina; "Candle night Carol" di John Rutter, orchestrazione di Salvatore Sica: "Minuti cretien" di Adolphe Charles Adam, orchestrazione ed elaborazione di Marco Frisina; "Le campane dì Natale", melodia tradizìonale, orchestrazione ed elaborazione di Salvatore Sica; "Fermarono i cieli" di S. Alfonso Maria De' Llguori, orchestrazione ed elaborazione di Marco Frisina; "Christmas Medley'' di· Marco Frisina, suite a cura di Salvatore Sica; "White Chrlstmas" di lrvin Berlin, armonizzazione di Sabino Scolletta e Salvatore Sica, orchestrazione di Salvatore Sica e John Moss, "Jesus ls my Life" di Marco Frislna; "Stille nacht" diFranz Gruber, elaborazione di Marco Frisina; "Lord, my God" di Salvatore Sica: "Oh ahppy day", tradizionale, elaborazione di M. Campo· basso e S. Sica. La serata è stata Introdotta da mons. Felice Bacco, parroco della Cattedrale organizzatore dell'evento, che ha ringraziato tutti coloro che hanno contribuito economicamente alla realizzazione dell'evento e, soprattutto il Comune, la Banca di Credito Cooperativo, alcune attività commerciali e le associazioni culturali che operano sul territorio. Il pubblico ha manifestato il suo gradimento con un lungo applauso finale. 

articolo pubblicato sabato 29 dicembre 2018 sul giornale 

 

  Leggi la notizia della