Discernimento quell'arte difficile ma essenziale.....Dibattito a Canosa sull'ultimo libro di Mons. Felice Bacco

Un folto e attento pubblico ha seguito nella Cattedrale di Canosa  la presentazione del libro di don Felice Bacco: "Prove tecniche di discernimento. Per Vivere e non sopravvivere". Hanno discusso del libro, oltre all'autore, mons. Luigi Mansi, vescovo di Andria e mons. Luigi Renna, vescovo di Cerignola. Ecco cosa ha detto Mons. Bacco, a margine della presentazione del libro.

Mons. Bacco, il suo libro ha un titolo accattivante per un tema complicato....

LAMAPOPOLI QUANTE SORPRESE DAGLI SCAVI......"Catacombe che rinascono"... oggi presentazione dei risultati sin qui conseguiti

Cresce l'attesa per la pre­sentazione ufficiale dei nuovi scavi archeologici e delle recenti scoperte a Canosa, in località <<Lamapopoli>>, che si tiene alle 18.30 di oggi, sabato 3 novembre, presso la sala convegni dell' «Oasi mons. Francesco Minerva>>. Lo scavo di ricerca, tuttora in corso, ha portato al rinvenimento  di testimonianze  di grandissima  importanza storico-archeologica,  che hanno polarizzato  l'interesse degli studiosi, e non solo, i quali, prevedibilmente  in molti, seguiranno il convegno.

Cosa ci dicono i pavoni scoperti a Canosa nelle catacombe...Tra le immagini più belle che affiorano negli scavi archeologi dei siti cristiani

Tra le immagini più belle che continuano ad affiorare negli scavi archeologici dei siti cristiani di Canosa, c'è quella dei pavoni, o come nel caso delle catacombe cristiane di santa Sofia i pavoni che bevono alla fonte. E'straordinaria la bellezza di que­sta simbologia che racchiude il significato stesso della vita cristiana. L'immagine dei pavoni è già stata trovata negli scavi di Canosa:penso, per esempio a quello, meraviglioso, inserito nella pavimentazione della basilica Sabiniana di san Leucio (VI sec.). Del resto, il pavone, per la bellezza delle sue forme per la singolarità del suoi colori, appare molto presto nell'arte cristiana del primi secoli, come simbolo della Risurrezione e della Vita Eterna.

CANOSA SUCCESSO DEL TRADIZIONALE APPUNTAMENTO MUSICALE NELLA CATTEDRALE DI SAN SABINO LA SODDISFAZIONE DEL VESCOVO LUIGI MANSI...UN CONCERTO DI NATALE DI NOTE, FEDE E SPERANZA

"Le emozioni non sicommentano; si vivono e si portano dentro percbè trasformano la Vita più delle parole" : questo il commento, a caldo, del Vescovo. moos. Luigi Mans, al termine del "Concerto dì Natale", tenutosi nella Cattedrale dì San Sabino a Canosa. Non si può non essere d'accoordo con il presule della Diocesi dì Andria perchè la delizia che l'evento canoro-musicale ha lasciato dentro ognuno degli oltre settecento presenti nella gremita Cattedrale attiene alla sfera interiore personale. Non è trasferibile. E' ricchezza Individuale. Cosi come è magica l'atmosfera che si respira ogni anno all'inteno dello splendido scenario della location. Per la quantità e la varietà dei brani proposti e la qualità sonora e vocale delle esecuzioni. il concerto si è rivelato, ancora una volta, un appuntamento da non perdere, che rientra oramai nella tradlzione....

FESTA DI TUTTI I SANTI.....VII edizione

CANOSA . Grandi preparativi hanno caratterizzato l'attesa della «Festa di tutti i Santi», ormai alla settima edizione, che si terrà nel salone parrocchiale della cattedrale San Sabino di Canosa, questa sera mercoledì' 31 ottobre a partire dalle 18. Tutti i catechisti, gli animatori e alcune famiglie, con grande entusiasmo stanno preparando la serata, che sarà ricca di giochi, balli di gruppo, il teatrino delle marionette e... tante altre sorprese....

Canosa, affiora la storia religiosa.....trovate due preziose stole medievali.

Canosa non restituisce solo importanti reperti archeologici dal sottosuolo, ma la sua storia continua anche ad affiorare dagli armadi e dagli antichi mobili che, come preziosi scrigni, conservano meravigliosi tessuti e testimonianze del suo straordinario patrimonio culturale. Grande sorpresa, infatti, ha suscitato nel parroco, mons. Felice Bacco, e nell’equipe che gestisce il Museo dei Vescovi (la cooperativa OmniArte), il ritrovamento di preziosi corredi liturgici, pianete, manipoli, dalmatiche, piviali e, in modo particolare, il ritrovamento di due preziose stole medievali.

Il «Museo Dei Vescovi» rinnova sezione medievale e sala quadreria

Dopo il positivo periodo estivo e l'inaspettato successo di pubblico e di gradimento per la nuova esposizione ''Inseguendo il mito: paesaggi e viaggiatori del settecento ed ottocento a Canosa tra opere di grafica , rare pubblicazioni antiche con un accenno al futuro", il Museo dei Vescovi si prepara alla stagione delle nuove mostre e dei nuovi allestimenti. La società "OmniArte.it", responsabile della curatela di Palazzo Fracchiolla Minerva , ha già stretto accordi con collezionisti privati ed artisti, al fine di offrire una stagione....

Solenni festeggiamenti in onore dei Santi Patroni Maria SS.ma della Fonte S. Alfonso 31 Luglio 1-2 Agosto 2018...video delle celebrazioni

anche quest'anno, come avviene da secoli, vogliamo dare particolare solennità all'evento del ritrovamento e della traslazione del venerato corpo di san Sabino, dall'antica cattedrale di san Pietro all'attuale, avvenuta il 1 agosto dell'800. La Festa Patronale coinvolge non solo la città, ma anche coloro che rientrano per l'occasione dalle città dove ora risiedono.....

PRIMA “I NOSTRI”.....

Si va sempre più diffondendo, purtroppo anche tra i cristiani, l’idea, apparentemente giusta, che prima di pensare agli altri, ai lontani, dobbiamo pensare a noi, ai vicini, “ai nostri”!..... di mons. Felice Bacco

"Premio Diomede", l'edizione 2018 sotto il segno della cultura e della storia

Si è svolta sul sagrato della Cattedrale di San Sabino la cerimonia di consegna dei riconoscimenti.

La cultura della storia e dell’archeologia, la cultura della memoria e del ricordo, la cultura dell’integrazione e della solidarietà, la cultura del lavoro fisico e dello sport per tutte le età, la cultura dell’arte del ricevimento e del turismo matrimoniale, la pluralità delle culture e di persone sul palco della XIX edizione del “Premio Diomede”, che insieme hanno concorso e concorrono alla valorizzazione e alla promozione del territorio e delle bellezze del ricco patrimonio di Canosa........