La Parola della Domenica... VI DEL TEMPO ORDINARIO (Anno C)

 

 

 

 

Carissimi Amici, le beatitudini dell’evangelista Luca si rivolgono a coloro che hanno già scelto il Signore, ai suoi discepoli. Esse ci aiutano a comprendere che seguirlo significa abbandonare tutto, rinunciare agli agi, essere detestati, allontanati dalle cerchie del potere, dai soldi e dall’onore. Il discorso di Gesù mette in guardia il credente che riesce dappertutto, che riceve dal mondo ossequi e considerazione; apra gli occhi e tremi, si inquieti perché sarà inghiottito e digerito dal mondo che ama possedere. La sua predicazione è una denuncia profetica. Le sue parole rimandano a situazioni correnti: l’abbondanza dei beni, la ricerca insaziabile del piacere, il desiderio del successo e dell’applauso,... tutte queste pretese producono la vanità, danno una falsa sicurezza, rendono orgogliosi, ci fanno credere che siamo più importanti degli altri. Le beatitudini, carissimi Amici, ci avvertono seriamente: stabiliamoci nella verità di Gesù e cerchiamo di non sbagliarci nel momento decisivo. 

Santa domenica a tutti. 

Scarica il foglietto della Messa  >

  

Ascolta il Vangelo >    


  


        Clicca qui per la liturgia completa
  

  

    Clicca qui per aprire l'archivio de "La Parola Della Domenica"