Documenti

Caricato il Saturday, 27 February 2021
Filesize 618 Kilobytes

la Parola della domenica_ II DI QUARESIMA (Anno B) 28 FEBBRAIO 2021 New

Carissimi Amici, in questa domenica la liturgia ci fa meditare il Vangelo della Trasfigurazione. Esso ci fa vedere Gesù pieno di sole e di luce, che infonde nei nostri la speranza. Gesù porta i suoi discepoli sul monte, che nella Scrittura è dimora di Dio, per fargli fare esperienza di questa Presenza e per aiutare i suoi a vedere il mondo con uno sguardo nuovo. Come Pietro, Giovanni e Giacomo, anche noi siamo invitati a vivere questa esperienza. In ogni Eucaristia celebrata facciamo esperienza del Tabor, dove Gesù si rivela nella luce della Parola e nel dono del Pane Eucaristico. “È bello per noi stare qui”; è l’espressione di Pietro, ma è anche la nostra ogni volta che sperimentiamo la bellezza del credere e dell’essere cristiani; ogni volta che questa esperienza la condividiamo, a valle, con i nostri fratelli. Continuiamo questo cammino verso la Pasqua come i primi discepoli di Gesù, ascoltando la voce del Padre che ci chiede di ascoltare suo Figlio.

Santa domenica  
Immagine:http://www.lachiesa.it 

Caricato il Saturday, 20 February 2021
Filesize 614 Kilobytes

la Parola della domenica_ I DI QUARESIMA (Anno B) 21 FEBBRAIO 2021 New

Carissimi Amici, l’Evangelista Marco accenna soltanto al periodo nel deserto e alla tentazione. È il preludio all’inizio del ministero pubblico di nostro Signore. Il suo primo richiamo, che ci viene ripetuto questa domenica, è: “Convertitevi e credete al vangelo”. Egli comincia proprio da quello che era stato il punto centrale dell’insegnamento di Giovanni Battista. La Quaresima è soprattutto un periodo di riflessione sui misteri della nostra redenzione, al cui centro sono l’insegnamento e la persona di Gesù Cristo. Il Salvatore ha assunto forma umana, cioè quella che è la nostra condizione, e non è nemmeno stato risparmiato dall’esperienza della tentazione. Nella sua natura umana, Gesù ha vissuto in prima persona cosa significhi respingere Satana e porre al primo posto le cose divine. Il nostro Signore e il nostro Dio è in tutto nostra guida e modello.

Santa domenica  

Caricato il Saturday, 13 February 2021
Filesize 601 Kilobytes

la Parola della domenica_ VI DEL TEMPO ORDINARIO (Anno B) 14 FEBBRAIO 2021

Carissimi Amici, il vangelo ci presenta la guarigione di un lebbroso. Gesù manifesta la sua misericordia di fronte alle sofferenze umane. “Se vuoi, puoi guarirmi” è la supplica colma di fiducia. Gesù si avvicina al lebbroso e lo tocca; quest’ultimo manifesta la sua fiducia i Gesù e non può trattenere la sua gioia. La sua è una testimonianza di amato e salvato. Cristo continua ad essere accanto al dolore di ogni uomo attraverso la Chiesa. Essa, amministrando i sacramenti, ci libera da una schiavitù dalla quale dipendiamo e dalla lebbra che consuma la nostra vita: il peccato. Solo Cristo è la nostra salvezza, lasciamoci toccare da Lui.

 

Santa domenica  

IMMAGINE:http://www.lachiesa.it

Caricato il Saturday, 06 February 2021
Modificato il Saturday, 06 February 2021
Filesize 611 Kilobytes

la Parola della domenica_ V DEL TEMPO ORDINARIO (Anno B) 7 FEBBRAIO 2021

Carissimi Amici, la guarigione della suocera di Pietro ci presenta l’immagine di Gesù che guarisce, rigenera e usa misericordia. Inoltre la figura della suocera di Pietro dà ad ognuno di noi l’esempio di chi, guarito da Cristo, sceglie di servire. Siamo salvati da Cristo per essere suoi testimoni e servi per le strade delle nostre esistenze. La carità è al centro. Le folle cercano Gesù attirate da ciò che egli dice e dai segni che opera, dalla sua carità per ogni creatura. La carità è il segno distintivo della vita cristiana, insieme alla preghiera. Lo stesso Gesù si ritira a pregare, solo, in un luogo deserto, indicandoci la strada maestra che dobbiamo seguire se vogliamo essere suoi veri discepoli.

 

Santa domenica  

Caricato il Saturday, 30 January 2021
Filesize 609 Kilobytes

la Parola della domenica_ IV DEL TEMPO ORDINARIO (Anno B) 31 GENNAIO 2021

Carissimi Amici, «Che è mai questo? Un insegnamento nuovo, dato con autorità. Comanda persino agli spiriti impuri e gli obbediscono!». È la meraviglia e lo stupore che l’operato di Gesù provoca in coloro che ne sono testimoni. Nel Vangelo odierno Gesù inizia il suo ministero annunciando il Vangelo del regno di Dio e manifestandone la sua autorità; essa è esercitata con un'unica legge: l’Amore. La parola di Gesù è vita, liberazione, salvezza, al contrario di quella degli altri “maestri” del suo tempo. È la voce autorevole di Dio, l’unica che libera l’uomo dalle catene del male e gli ridona dignità e libertà.
 
Santa domenica
Caricato il Friday, 22 January 2021
Filesize 571 Kilobytes

la Parola della domenica_ III DEL TEMPO ORDINARIO (Anno B) 24 GENNAIO 2021

Carissimi Amici, nel Vangelo di oggi, Marco, ci porta agli inizi della predicazione di Gesù, che passa attraverso la chiamata dei discepoli. La lieta notizia è per tutti e il tempo è ormai compiuto. Ciò vuol dire che l’attesa è finita e che colui che si attendeva è arrivato: Dio ha mantenuto la sua promessa. Inoltre Gesù lancia l’invito alla conversione: «Convertitevi». Carissimi, è tempo di cambiare vita e di fare un serio esame di coscienza. È tempo di lasciare entrare la Parola nel nostro cuore, perché converta la nostra vita, i nostri gesti, le nostre parole, spesso futili. È ora di ascoltare la voce di Gesù, che ci invita a seguirlo. È ora di dargli una risposta. Non possiamo più perdere tempo; esso è compiuto e Dio è tra noi.

Santa domenica

Immagine:http://www.lachiesa.it

Caricato il Saturday, 16 January 2021
Modificato il Saturday, 16 January 2021
Filesize 570 Kilobytes

la Parola della domenica_ II DEL TEMPO ORDINARIO (Anno B) 17 GENNAIO 2021

Carissimi Amici, il Vangelo di oggi ci presenta i fatti vissuti e ben impressi nella memoria dei discepoli, perché hanno cambiato la loro vita. Essi hanno dato la loro fiducia a Giovanni il Battista. È sulla sua parola che “seguono” Gesù indicato come l’“Agnello di Dio”. L’incontro con Cristo prende l’avvio da una domanda che gli viene rivolta: “Dove abiti?”. Ma subito si trasforma in un atto di affidamento dei discepoli. La risposta di Gesù è immediata: “Venite e vedrete”. L’esperienza del condividere tutto convince i discepoli che Gesù è il Messia tanto atteso. Di questo incontro resterà indelebile nei loro cuori anche l’orario: “erano circa le quattro del pomeriggio”. L’incontro con Cristo non è un avvenimento superficiale, esso cambia la vita, anche il nome: “Tu sei Simone... ti chiamerai Cefa”. L’essere trovati da Gesù rende annunciatori della salvezza. Tutti siamo chiamati.
 
Santa domenica
IMMAGINE:http://www.lachiesa.it
Caricato il Saturday, 09 January 2021
Filesize 574 Kilobytes

la Parola della domenica_ BATTESIMO DEL SIGNORE (Anno B) 10 GENNAIO 2021

Carissimi Amici, il Vangelo di oggi ci racconta il battesimo di Gesù. La sua missione comincia con il mettersi accanto all’uomo. Ha inizio una nuova tempo, una creazione nuova. Il Salvatore scende nel Giordano come un peccatore. L’umanità ricomincia col battesimo di Gesù; la nostra vita ricomincia dal Fonte Battesimale. Una Voce grida dall'alto del cielo, grida sul mondo e in mezzo al cuore, la gioia di Dio sul Figlio amato. Gesù, dopo il battesimo, esce dall'acqua e vede squarciarsi i cieli e lo Spirito discendere verso di lui come una colomba. Nel Battesimo si ripete il Natale: Dio scende ancora, entra in me, nasce in me perché io nasca in Lui; nasce in me perché io rinasca nuovo e diverso, custodendo in me il respiro del cielo.

Santa domenica   

IMMAGINE:http://www.lachiesa.it

Caricato il Tuesday, 05 January 2021
Filesize 602 Kilobytes

la Parola della domenica_ EPIFANIA DEL SIGNORE (Anno B) 6 GENNAIO 2021

Carissimi Amici, celebriamo la solennità dell’Epifania. Una stella guida i Magi fino a Betlemme e lì scoprono “il re dei Giudei che è nato”; fanno esperienza del Salvatore e lo adorano. “Entrati nella casa, videro il bambino con Maria sua madre, e prostratisi lo adorarono”. Il viaggio, la ricerca, la stella, la vista del Salvatore e la sua adorazione costituiscono le tappe che ogni uomo deve percorrere per andare incontro al Signore. “Al vedere la stella, provarono una gioia grandissima”: è la gioia che scaturisce dall’incontro con Cristo. Poi, aperti “i loro scrigni e gli offrirono in dono oro, incenso e mirra”; riconoscono in quel Bambino il Dio, il Re, il Salvatore.  Gioiamo anche noi, carissimi Amici, portando nel cuore la certezza che Dio guida la nostra vita con la vera luce: Cristo, Re e Salvatore.

Auguri a tutti 

IMMAGINE:http://www.lachiesa.it

Caricato il Saturday, 02 January 2021
Filesize 570 Kilobytes

la Parola della domenica_ II DOPO NATALE (Anno B) 3 GENNAIO 2021

Carissimi Amici, ancora una volta riascoltiamo il Prologo del Vangelo di Giovanni. L’incarnazione del Verbo del Padre è la rivelazione perfetta e insuperabile del mistero di Dio. È nella storia del Verbo che si fa carme che l’uomo può vedere la gloria di Dio. È in questo Mistero che la vita eterna è donata all’uomo, mentre ancora vive nel tempo. Dio, in Cristo, rivela pienamente il progetto d’amore sull’umanità: a chi accoglie il Verbo fatto carne viene donato il potere di diventare figlio di Dio. L’uomo è chiamato a divenire partecipe della stessa vita divina del Verbo: ad essere nel Verbo Incarnato figlio del Padre. Soffermiamoci ancora dinanzi al presepe e rivolgiamoci al Padre con le parole della preghiera di colletta di questa domenica: O Dio, nostro Padre, che nel Verbo venuto ad abitare in mezzo a noi riveli al mondo la tua gloria, illumina gli occhi del nostro cuore, perché, credendo nel tuo Figlio unigenito, gustiamo la gioia di essere tuoi figli.

Santa domenica

Immagine:http://www.lachiesa.it

Caricato il Thursday, 31 December 2020
Filesize 599 Kilobytes

la Parola della domenica_ MARIA SANTISSIMA MADRE DI DIO, SOLENNITÀ (Anno B) 1 GENNAIO 2021

Carissimi Amici, ancora avvolti dalla gioia del Natale, nel quale contempliamo il mistero della nascita di Cristo, oggi celebriamo con i medesimi sentimenti la Vergine Maria, che veneriamo Madre di Dio, in quanto ha dato carne al Figlio dell'eterno Padre. Il brano del vangelo ci presenta un episodio della vita della santa Famiglia di Nazareth che, come tante famiglie di oggi sperimenta l’emarginazione sociale. Eppure alcuni pastori si affrettano a far visita a quel Bambino per riconoscerlo e glorificarlo. Non ci sono personalità importanti, re o regine, ma solo gente umile, con il cuore aperto al Mistero di Dio. “Maria, da parte sua, custodiva tutte queste cose, meditandole nel suo cuore”. È Lei a segnare il passo per vivere questo anno nuovo che oggi iniziamo; è Lei che ancora una volta ci invita a soffermarci sul mistero del Figlio di Dio fattosi uomo per noi. Allora, senza esitazioni, affidiamoci a Maria. Lei è anche la nostra Mamma; ci prenda per mano e ci aiuti a fare esperienza del suo Figlio Gesù.

Buon Anno 2021 

Immagine:http://www.lachiesa.it

Caricato il Saturday, 26 December 2020
Filesize 571 Kilobytes

la Parola della domenica_ SACRA FAMIGLIA DI GESU', MARIA E GIUSEPPE (Anno B) 27 DICEMBRE 2020

Carissimi Amici, Gesù, il Messia, la Luce del mondo, il Redentore, è destinato ad essere un segno di contraddizione. La Santa Famiglia di Nazareth vive le preoccupazioni e le ansie di ogni famiglia e tutte le rappresenta. E colei che ha dato alla luce il Redentore del mondo, che ha unito in sé l’amore di Dio e quello dell’uomo, è destinata a sopportare il dolore della spada che trapassa il cuore! Il cuore di Maria ha conosciuto il dolore quando tremava per la vita del Bambino durante la fuga in Egitto; quando lo vedeva sfinito, non compreso, umiliato nel suo apostolato; quando venne arrestato, processato, torturato, e quando lo accompagnò nella via della croce, vedendolo soffrire e morire sulla croce. Come nostra mamma, Maria soffrire con noi quando pone il suo sguardo sulle nostre pene e sulle nostre sofferenze, quando vede nelle nostre famiglie l’assenza dell’amore. Chiediamo a Gesù, Maria e Giuseppe, di custodire nell’amore di Dio le nostre famiglie, di proteggere quelle più fragili, di accompagnare quelle in difficoltà e di ricostruire quelle distrutte.

 Santa domenica

Immagine:http://www.lachiesa.it  

Caricato il Thursday, 24 December 2020
Filesize 607 Kilobytes

la Parola della domenica_NATALE DEL SIGNORE (Anno B) 25 DICEMBRE 2020

Carissimi Amici, è Natale. Il Verbo, eterno con Dio, si fa carne nel grembo della Vergine Maria per dare a coloro che lo accolgono e credono in lui il “potere di diventare figli di Dio”.

Nel Verbo che si è fatto carne, l’uomo diventa figlio adottivo di Dio. Egli si è fatto come noi, è l’Emmanuele, il Dio con noi. L’uomo non è più solo, ma in Cristo ritrova la comunione piena con la Trinità.

Il Pane di vita è adagiato con delicatezza in una mangiatoia. Maria e Giuseppe adorano il Mistero di Dio fattosi carne grazie al loro si. I pastori ascoltano e accolgono l’annuncio dell’angelo, è quel Bambino che trovano in fasce è adorato come il Salvatore. Apriamo i nostri cuori per accogliere il Signore, pieghiamo le nostre ginocchia per adorare il Salvatore. Alziamo lo sguardo al cielo e invochiamo per tutti, dall’alto, il dono natalizio della pace e della fine di questa terribile pandemia.

Santo Natale a tutti

Immagine:http://www.lachiesa.it

Caricato il Saturday, 19 December 2020
Modificato il Thursday, 24 December 2020
Filesize 574 Kilobytes

la Parola della domenica_IV DI AVVENTO (Anno B) 20 DICEMBRE 2020

Carissimi Amici, dopo la testimonianza di Giovanni Battista ecco, questa domenica, la testimonianza di Maria, chiamata a diventare madre di Dio, che ha serbato preziosamente in cuor suo le grandi cose che il Signore aveva fatto per lei. Il concepimento verginale di Cristo ci è dato come sicurezza che il figlio, nato da Maria, “ sarà dunque santo e chiamato Figlio di Dio ”, perché “lo Spirito Santo scenderà su di te, su te stenderà la sua ombra la potenza dell’Altissimo ”. La nascita di Gesù dalla Vergine Maria non è una verità aggiunta alla verità dell’Incarnazione; è parte integrante di questo stesso mistero. È la divina disponibilità, per mezzo della quale viene richiesto il consenso di Maria, perché possa realizzarsi il progetto divino. Il suo si cambia la storia. Volgiamo il nostro sguardo alla Vergine per ripetere con lei il nostro si e anche noi potremo generare nella fede il Cristo, l’Emmanuele, il Dio con noi.

Santa Domenica 

Immagine: www.lachiesa.it

 

Caricato il Saturday, 12 December 2020
Filesize 575 Kilobytes

la Parola della domenica_III DI AVVENTO (Anno B) 13 DICEMBRE 2020

Carissimi Amici, la figura di Giovanni Battista, presentataci già domenica scorsa, oggi ci viene descritta  da San Giovanni. Egli ci mette dinanzi ai dialoghi tra il Precursore di Cristo e i sacerdoti e i leviti, i quali lo interrogano sulla sua identità. Giovanni sgombra subito il campo da ogni errata interpretazione; non è lui il Messia, ma solo “voce di uno che grida nel deserto: Preparate la via del Signore, come disse il profeta Isaia”. L’evangelista Giovanni ci ricorda che il Battista venne come testimone per rendere testimonianza alla luce, perché tutti credessero per mezzo di lui. Un invito rivolto a ciascuno di noi, chiamati ogni giorno ad essere testimoni di Cristo nella essenzialità, rettitudine e santità della nostra vita. È il modo più bello per accogliere il Signore che viene.

 Santa Domenica

Immagini: http://www.lachiesa.it 

Caricato il Monday, 07 December 2020
Modificato il Monday, 07 December 2020
Filesize 597 Kilobytes

la Parola della domenica_SOLENNITA' DELL?IMMACOLATA CONCEZIONE DELLA B:V:MARIA (Anno B) 8 DICEMBRE 2020

Carissimi Amici, celebriamo la solennità dell’Immacolata. Nel SI di Maria celebriamo l’eccomi ha cambiato la storia. La prima parola dell’Angelo è RALLEGRATI. Apriti alla gioia perché Dio è qui, ti stringe in un abbraccio, in una promessa di felicità. Le parole che seguono svelano il perché della gioia: sei piena di grazia. Maria è amata da Dio, e lo è per sempre. Chiamata a collaborare con Dio alla realizzazione del suo progetto d’amore per l’intera umanità. La Vergine darà alla luce un bimbo, che sarà figlio della terra e figlio del cielo, figlio suo e figlio dell'Altissimo. Maria si lascia afferrare e coinvolgere: ecco la serva del Signore. Siamo pronti anche noi a dire di si al progetto di Dio? La vergine santa ci aiuti in questo percorso di donazione totale a Colui che ci vuole suoi collaboratori.

Santa festa dell’Immacolata 

Immagine:www.lachiesa.it

Caricato il Saturday, 05 December 2020
Modificato il Monday, 07 December 2020
Filesize 575 Kilobytes

la Parola della domenica_II DI AVVENTO (Anno B) 6 DICEMBRE 2020

Carissimi Amici, in questa domenica ascolteremo nel Vangelo un annuncio carico di speranza: “Ecco, io mando il mio messaggero davanti a te... Voce di uno che grida nel deserto: preparate la strada del Signore, raddrizzate i suoi sentieri”. Giovanni Battista entra nella scena di questo mondo, con una vita essenziale e una voce possente. Le sue parole bruciano l’aria, le sue azioni frustano il vento. Egli predica un battesimo di conversione per il perdono dei peccati e battezza nelle acque del Giordano annunciando un messaggio è eterno. Oggi Giovanni parla anche a ciascuno di noi, ci invita a preparare, nei nostri cuori, la strada del Signore. Spesso, purtroppo, siamo presi da tante distrazioni che soffocano lo spirito vero della preparazione al Natale e al ritorno ultimo del Signore. In questo tempo di grazia cerchiamo di dedicare un po’ di tempo alla meditazione della parola di Dio, perche Essa possa essere accolta in noi e germogliare.

Santa Domenica

Immagine:www.lachiesa.it

Caricato il Saturday, 28 November 2020
Filesize 568 Kilobytes

la Parola della domenica_I DI AVVENTO (Anno B) 29 NOVEMBRE 2020

Carissimi Amici, con l’inizio dell’Avvento si apre dinanzi a noi un nuovo cammino. E l’invito che ci viene oggi dal Vangelo, “Vegliate”, ci ricorda l’atteggiamento di chi attende. Chi veglia è sempre in attesa. Il cristiano è in continua attesa del suo Sposo, di Cristo. Attesa di Dio, di Gesù che è Dio venuto sulla terra come un bacio, come una carezza sulla terra e sul cuore. Ecco perché il tempo forte dell’Avvento profuma di speranza e di vita. Apriamo i nostri cuori al Signore che continuamente viene nella nostra vita e nella nostra storia. E anche noi profumeremo di speranza e di vita. Buon cammino di Avvento.

Santa Domenica

Caricato il Saturday, 21 November 2020
Modificato il Saturday, 21 November 2020
Filesize 607 Kilobytes

la Parola della domenica_XXXIV DEL TEMPO ORDINARIO (Anno A)...Cristo Re dell'Universo22 NOVEMBRE 2020

Carissimi Amici, celebriamo oggi la solennità di Cristo Signore Re dell’Universo e il Vangelo ci presenta la rivelazione della verità ultima, sull'uomo e sulla vita. Quando non ci saremo più resterà solo l'amore che abbiamo dato e ricevuto. Gesù ci dice: “avevo fame, avevo sete, ero straniero, nudo, malato, in carcere: e tu mi hai aiutato”. Quando incontriamo, accogliamo, tocchiamo un fratello, incontriamo, tocchiamo e amiamo Gesù. Tutti saremo giudicati sul bene fatto e su quello non fatto. Per lui non va perduto uno solo dei più piccoli gesti buoni. Per Dio il buon grano è più importante e più vero della zizzania, la luce vale più del buio, il bene pesa più del male. Impegniamoci tutti a riconoscere la sua signoria sulla nostra vita e sulla nostra storia. E anche noi saremo chiamati benedetti del Padre.

Santa Domenica

(Immagini:www.LaChiesa.it)

Caricato il Saturday, 14 November 2020
Filesize 602 Kilobytes

la Parola della domenica_XXXIII DEL TEMPO ORDINARIO (Anno A) 15 NOVEMBRE 2020

Carissimi Amici, il Vangelo di questa domenica ci presenta la parabola dei talenti. Essa, con un linguaggio figurativo, ci parla della venuta ultima di Gesù e del giudizio universale. Quando egli ritornerà, ci chiederà conto di come abbiamo usato il “nostro” tempo (che è sempre dono dell’amore di Dio per noi), cosa abbiamo fatto della nostra vita e dei talenti che abbiamo ricevuto, di tutte le nostre capacità. Non ci chiederà se abbiamo compiuto opere grandiose, ma se, vincendo le nostre paure e le umane fragilità, siamo stati assidui nella fedeltà verso lui, nella carità verso il prossimo, nella ricerca del bene comune. In poche parole se abbiamo fatto della nostra vita un dono. Per chi avrà vissuto così ci sarà un premio: la partecipazione alla gioia del Signore al banchetto eterno del cielo.

Santa Domenica 

(Immaginei: http://www.lachiesa.it/)